ALLA RISCOSSA
tratto da di venerdì 30 settembre 1994

Il futuro del pluralismo

CANALE CINQUE
E ora ci colleghiamo con l'onorevole Casini che ci riferirà dell'incontro svoltosi oggi ad Arcore tra Berlusconi e Fini sul milione di posti di lavoro, incontro che Bossi ha snobbato rimanendo fuori dalla villa, dentro a una Panda dove è stato raggiunto da Taradash.
RAI UNO
E ora abbiamo in studio Marco Taradash che ci parlerà dell'incontro avuto con Bossi per sdrammatizzare il mancato incontro con Berlusconi e Fini sul milione di posti di lavoro a cui Casini ha partecipato solo a metà in quanto doveva correre a Canale Cinque.
RETEQUATTRO
E ora ci colleghiamo con Fini che ci illustrerà l'incontro di Arcore con Berlusconi sul milione di posti di lavoro durante il quale si è parlato solo marginalmente della mancanza di Bossi perché c'era una gran fretta in quanto Casini era stato convocato nella Panda da Taradash per aiutarlo a convincere Bossi.
RAI TRE
E ora ci colleghiamo con Bossi che sdrammatizzerà l'incontro avuto nella Panda, con Taradash prima e Casini poi, riguardo alla mancata partecipazione all'incontro di Arcore con Fini e Berlusconi sul milione di posti di lavoro.
ITALIA UNO
E ora ci colleghiamo con Arcore dove Berlusconi commenterà l'ignobile atteggiamento della stampa di domani riguardo all'incontro tra lui e Fini sui settecentomila posti di lavoro, incontro a cui Casini non ha potuto partecipare fino in fondo in quanto invitato a calmare Bossi che discuteva nella Panda con Taradash per avere la diretta su Rai Tre.
RAI DUE
E ora ora ci colleghiamo con Emilio Fede che difenderà l'intervento di Berlusconi su Italia Uno spiegando che nell'incontro di Arcore non si è parlato dei duecentomila posti di lavoro in quanto Fini aveva fretta di correre a Retequattro a spiegare perché Casini doveva andare a Canale Cinque a sdrammatizzare la mancanza di Bossi che però era impegnato su Rai Tre a smentire la sua irritazione per il ritardo di Taradash alla riunione nella Panda in quanto Taradash era dovuto andare a Rai Uno a sdrammatizzare la presenza di Bossi su Rai Tre.
TELEPIÙ
Va ora in onda «Il processo del lunedì», processo al campionato condotto da Fabio Capello: ospiti in studio Gianfranco Fini, Taradash, Casini, Bossi e collegamento in diretta con Arcore dove si trovano Silvio Berlusconi e Letizia Moratti.
TELEPIÙ DUE
E ora ci colleghiamo con Letizia Moratti che intende esecrare l'atteggiamento pregiudiziale della stampa contro la presunta telecrazia italiana, e assicura che, anche se aveva la crestina e il grambiulino, si trovava a casa di Berlusconi in veste di invitata, e comunque le assicurazioni Mediolanum sono le migliori.
CNN USA
Il presidente del senato Scognamiglio, intervistato durante una visita culturale a Disneyland, ha dichiarato di non aver mai detto che il presidente del consiglio dovrebbe eleggere i direttori dei telegiornali, ma bensì che i direttori dei telegiornali dovrebbero essere eletti dal presidente del consiglio, e ha concluso che riguardo alla legge antitrust, lui non sa l'inglese.
TELEPIÙ TRE
Vi informiamo che il previsto film «L'infanzia di Silvio» non andrà in onda in quanto, per un'esigenza primaria di democrazia ci collegheremo in diretta col presidente del consiglio Berlusconi che riferirà dell'incontro di Arcore con Letizia Moratti, in cui non si è potuto parlare dei tremila posti di lavoro, perché l'argomento prioritario era la colossale montatura giudaico-molisana di Tele Vinchiaturo Libera dai cui schermi un giornalista ha detto che gli interventi di Casini su Canale Cinque e di Taradash su Rai Uno erano superflui in quanto sarebbe bastato che Fini riferisse sull'incontro di Arcore e Bossi su quello della Panda.
«Se nella maggioranza sono in cinque» ha detto la presidentessa della Rai «hanno tutti il diritto di parlare. Questo, insieme alla polemica sui settantasette cessi delle ville in Sardegna di Berlusconi, è un ignobile attacco al pluralismo».


Stefano Benni



Nota del WebMaster
UN «GRAZIE» PER QUESTO ARTICOLO VA A STEFANO GIANOLLA,
FORNITORE UFFICIALE DI MOLTE RARITÀ BENNIANE PRESENTI SU QUESTO SITO.