PRÊT À PORTER
tratto da di giovedì 21 novembre 1996

Avendo i metalmeccanici perso molta "audience" nell'interesse di giornali e televisione, hanno deciso di rinnovare il "look" promozionale. Da ieri è in funzione il nuovo Ufficio stampa Fiom, formato da creativi, pubblicitari e saldatori. Ecco il primo comunicato sulla manifestazione.

Tanti, tantissimi Vim (Very important metalmekanik) per la nuova protesta autunno-inverno delle tute blu. Si sfilerà per il nuovo contratto, in un clima old-fashioned e revival che non mancherà di suggestione. Come veste il metalmek quest'anno? Molto "in" è il giaccone di "pile" con sciarpa rossa e campanaccio tirolese. Sconsigliato il cappottone armadiale Breznev-Cossutta, scegliete invece le tinte muschio e foresta alla Bertinotti. Sono decisamente "out" l'eskimo, la sciarpa Intifada e il tamburone di latta che fa tanto disoccupato. Ammessa la bandiera rossa in shantung leggero, fuori moda lo striscione (ormai lo usa anche il Polo!).
Tra i Vim annunciati, molto atteso è Claudio Carugati, saldatore Fiat, famoso per avere nell'armadietto una Naomi Campbell scolpita in ghisa. Aldo si presenterà in sidecar con la nuova fiamma, Lena Aceti del reparto verniciatura. Lena è reduce da una parte da protagonista nel film hard "La prima volta di Alex" un cortometraggio in cui la bella operaia tiene in braccio il nipotino da battezzare. Malignità aziendali insinuano però che la famosa coppia sia in crisi. Il motivo sarebbe Sandra Cioppa detta "Schifferona", prosperosa operaia del reparto robotgate, ma per altri la rottura sarebbe ancora più seria: il bel Claudio si sarebbe infatti innamorato del Robot Ax 234, una deliziosa creatura dalle lunghe braccia snodate.
In piazza ci saranno anche numerosi stilisti: dalle carrozzerie Bertone arriveranno i fratelli Efisio e Salvatore Collu, artisti del design martellato, che per l'occasione hanno inventato un megafono di lega ultrasottile lungo dodici metri, con cui spaccare i timpani a Fossa e comunicare coi parenti a Oristano.
Molto attesa (e chiacchierata) sarà la presenza di Gigi Pastello, turbinatore Breda, che dopo una love story col suo capo reparto sembra avere ora una relazione con tale Paco, aleatore ruotante dell'Aeritalia. Sul giornale scandalistico «Ghisa duemila» è apparsa infatti una foto dei due che si abbracciano in mutande su un prato. Gigi Pastello si è difeso asserendo che l'istantanea è stata scattata dopo un gol segnato in una partita aziendale. Anche se nella fotografia tutti e due hanno effettivamente una maglia bianconera, qualche dubbio rimane.
Molto attesi i veri Vip quali Bertinotti, che per l'occasione sfodererà il suo nuovo porta-occhiali in ghisa regalatogli dai lavoratori della Quinta Lega con la dedica "Tutte le volte che ti sbatte sulle balle pensa a noi". Ci sarà anche una rappresentanza di artisti, cantautori, Cofferati vestito da Mozart e Pietro Perotti che per l'occasione presenterà un Agnelli in gommapiuma alto centosessanta metri, che gli verrà regolarmente sequestrato dal servizio d'ordine.
Dato che la marcia sarà lunga, sono previsti rifornimenti per riprendersi dalla fatica senza perdere la linea: il collettivo Dalmine di Costavolpino propone la polenta "Fitness" liofilizzata: un solo minuscolo dado, contiene dodici chili di polenta. Bisogna però ricordarsi di non bere, o la polenta riprenderà volume nello stomaco, con un effetto blob devastante. Il collettivo sardo Porto Torres suggerisce invece la bevanda dietetica "Bottargade" a base di uova di muggine e agrumi.
Ma poiché i metalmek vogliono essere del tutto alla moda, ecco tre ulteriori novità: il pulp, il talk-show e il culendario Pirelli.
Per il «pulp» verrà montato un grande schermo che mostrerà alcuni spettacolari e eccitanti incidenti sul lavoro accaduti recentemente, soprattutto " Skycrash", col crollo di una gru che trancia alcuni operai in un cantiere edile, e "Deep vibration", la morte di tre operai intossicati dai fumi dentro una cisterna, con musica di Nick Cave e dei Cure.
Per il «talk-show» Vladimiro Bulloni del collettivo "Stalin è vivo" discuterà sul palco con un trozkysta svizzero, un sindacalista Cisnal, un rappresentante dell'Olivo e uno del Patto Dini sul tema "Ha fatto bene Fidel ad andare a pranzo da Agnelli?".
Se alla fine del dibattito qualcuno sarà rimasto vivo, le conclusioni verranno ciclostilate e distribuite.
Il «Culendario Pirelli» è una risposta metalmek al famoso sexy-calendario delle più note top-model mondiali. Nel culendario sono fotografati i culi di dodici grandi imprenditori italiani, sui quali una squadra di guastatori ha fatto proditoriamente passare automezzi con pneumatici Pirelli. Ad esempio, Miss Gennaio è il culo di Fossa col segno del Cinturato da neve, Miss Luglio è il culo di Agnelli decorato dal battistrada del P9000, Miss Ottobre è nientemeno che la faccia di Berlusconi tatuato dal disegno inconfondibile di un pneumatico Pirelli da cross.
"Quando ti passano sopra con una motocicletta io sento aria di regime" ha subito dichiarato il leader dei deputati disoccupati. Ma si è subito placato quando gli hanno fatto notare che i segni del pneumatico avevano coperto la pelata, creando un perfetto effetto-toupé. Entro la fine del mese Silvio si farà passare sul cranio un trattore Menarini con gomme inchiostrate.
Ultime notizie: non ci sarà Valeria Marini, in quanto costruita con materiale amtamente infiammabile, e pericolosa se si accendono cerini in piazza, non ci sarà Bossi per l'alta affluenza di operai meridionali, non ci sarà Veltroni perché non suonano. Sarà in vendita una maglietta raffigurante un metalmeccanico con un occhio nero e la scritta "Somiglio, ma non sono un panda". Il ricavato andrà interamente devoluto al settore Italia-Cuba della fondazione Agnelli, per risarcire l'imprenditore dei cinque chili di amatriciana che Fidel gli ha sbranato.
Ultimo avviso: si prega di venire alla manifestazione con almeno mezz'ora di ritardo, perché i Vip fanno così. Tutti a sfilare a Roma, metalmek.

Stefano Benni


Nota del WebMaster
GRAZIE A PIETRO MARMO PER LA MACCHINA FOTOGRAFICA DIGITALE,
E A TUTTO IL PERSONALE DELL'EMEROTECA TUCCI DI NAPOLI