LE RISPOSTE RICEVUTE MERCOLEDÌ 29 MARZO 2000

Ciao Stefano, sono Lara (e non sono un'aragosta!). L'anno scorso a Milano, alla Palazzina Liberty, hai letto alcune tue poesie. Inutile dirti che è stato estremamente emozionante. Pensi di rifarlo? Magari ancora in questa grigia città? Ciao
Lara

Leggo spesso "Blues in sedici" insieme al mio amico Paolo Damiani e altri jazzisti.
Prossime tappe: 20 aprile a Cremona; 21 aprile ad Aosta.

Prima della deportazione del suo orecchio medio nei campus di Jena e della nascita delle feste a sorpresa, il grande filosofo e poeta tedesco Rudolf Von der Bau, nell'opera minore "Die baü und überbau", scrisse: «... uomini stolti, voi, che ripugnate la parola scritta... che non leggete e rileggete per ore e ore gli imperiosi avvertimenti che in ogni mezzo che trasporta le vostre molli carni anelano al periglio "è vietato sporgersi dai finestrini" ... "non gettare alcun oggetto dai finestrini" ... "non sputare" ... fino a saperli recitare a memoria in ogni circostanza e in ogni lingua...
...
... voi che del pubblico mezzo vi limitate a guardare solamente le figure, uomini pigri d'intelletto, vi siete mai soffermati abbastanza a lungo da percepire la comparsa dei primi veli della catarratta e ancora oltre, fino a discernere i primi vagiti del distacco della retina, sui lunghi e laboriosi testi scritti ch'appaiono (qual lievi filigrane) sul retro dei biglietti del tram?
Voi che vi vantate di aver letto Sartre tanto bene da convincerlo ad accettare il Nobel, vi siete mai accorti di ciò che avete sotto il naso, vi siete mai accorti della musicalità del brano "Interazioni" sul bugiardino del Maalox?...».

Caro Benni, sinceramente, io non lo faccio sempre. E sentendomi un reietto umano, giro a te la domanda di Von der Bau.

In fede
Ale. Bau.

Von der Bau scrisse queste parole dopo essere stato lasciato dalla moglie, Minna Schnautzer Von der Bau. In quel periodo girò randagio per tutto il nord Europa e poi si arruolò come cane antidroga in un aeroporto. Queste parole sono quindi forse dettate dall'esasperazione e non riflettono il vero pensiero di Von der Bau. Per informazioni consulta il saggio di Massimo Cacciari: "L'estetica della traccia in Van der Bau". Ed. Hund.

Voglio sposarti domani.
Serena Rossi

Queste cose non si decidono su due piedi, i sentimenti sono troppo importanti, e così gli ideali.
P.S. Sei ricca?

Ma che paese è mai questo dove gli unici che hanno ancora speranza sono chiamati disperati?
Barabba

Questa l'ho detta io o sbaglio?

Carobenni, ecco una domanda difficilissima: esisterebbe un Benni senza un Pennac?
Michele Lischi

Dato che io ho cominciato a scrivere dieci anni prima di lui, e l'ho portato io in Italia, la domanda esatta sarebbe: cosa sarebbe Pennac senza Benni? Te lo dico io: esattamente quello che è: un formidabile scrittore (e un mio amico).
Si può essere "unici" come scrittori ed amare e ammirare altri scrittori. Non ci sono scrittori che ne "costruiscono" altri, né cloni di scrittori. Questo, almeno, per gli scrittori veri.

1) Sei tu il LUPUS in FABULA? Se si chi sono gli altri due geni della letteratura italiana del Novecento oltre a Calvino. Qualora tu non fossi tal LUPUS dimmi ugualmente i nomi di tre geni della letteratura italiana, e tre della letterarura mondiale. Se a queste domande hai già risposto in LEGGERE, SCRIVERE, DISOBBEDIRE lo saprò presto ho già provveduto all'acquisto
2) La pisana oppure Lucia? Oppure...
3) Beatles oppure Rolling Stones? Oppure ...
4) Deep Purple oppure Led Zeppelin? Oppure ...
5) Genesis oppure Yes? Oppure ...
6) Oasis oppure Blur? Oppure ...
7) Pink Floyd: sì - no
8) Gong/D. Allen: sì - no

So che il semplimplicismo delle opposizioni può sembrare molto banale ma quando qualcuno si è già fatto delle idee in proposito ha bisogno solo di sapere se è bianco o nero, le sfumature ce le mette poi. Questa notte ho sognato queste forse domani chissà.
Ciao da Freiberg (Sassonia) e alla prossima posta elettronica se sogno ancora qualcosa, tschüss.
Michele Moroni

Rispondo solo a parte delle domande:
2) Zazie
3) Beatles
5) Genesis
6) Radiohead
7 e 8) Boh?
Mi sembra di non essere stato esauriente.