SCONCERTO
REGISTRATO DAL VIVO AL FESTIVAL
Rumori Mediterranei
ROCCELLA JONICA - 28 AGOSTO 1998

Sconcerto
MATERIALI MUSICALI I CD DEL MANIFESTO
PUBBLICAZIONE PERIODICA

TESTI DI Stefano Benni TRATTI DAL LIBRO Blues in Sedici Blues in Sedici
MUSICHE DI Paolo Damiani

Stefano Benni VOCE RECITANTE
Paolo Damiani CONTRABBASSO
Diana Torto CANTO
Filiberto Palermini SAX ALTO
Antonio Iasevoli CHITARRA
Paolo Corsi PERCUSSIONI


  1. Introduzione: La Storia di Blues in Sedici 3:09
  2. Offerte speciali Il Padre 5:11
  3. Padre Testardo Il Figlio 5:22
  4. Tema d'amore Lisa 2:29
  5. È notte fuori La Città 4:04
  6. Un giorno Killer 4:02
  7. L'indovino cieco 5:19
  8. Tema d'amore Il Figlio 3:46
  9. Round a turn Lisa 4:32
  10. Offerte speciali Teschio 3:27
  11. Un giorno Killer 4:32
  12. Ludi - Ludi Il Padre 1:52
  13. Tema d'amore 5:23

DAL LIBRETTO DEL CD:

Il festival di Roccella Jonica "Rumori Mediterranei", dove Sconcerto è stato registrato, è nato nel 1981 per creare nuovi suoni e incontri tra artisti di diversa provenienza. L'identità di questa esperienza si è configurata nel tempo attraverso un coerente lavoro di ricerca basato su pochi, solidi principi: la creazione di nuovi gruppi e orchestre, la commissione di composizioni originali spesso a tema (memorabile il lavoro di George Russel sulla Follia, intesa come fuoriuscita da se e come brano musicale nato diversi secoli fa nella penisola Iberica e utilizzato come fonte di variazioni da compositori quali Frescobaldi, Corelli, Vivaldi, Scarlatti e molti altri), le produzioni multimediali con musica, danza, poesia, immagini, i giusti spazi per gli artisti italiani ed europei, i concorsi di composizione e quelli per nuovi talenti, i seminari, i convegni e le mostre. Noi crediamo che un festival debba rapprsentare un'occasione di crescita sia per il pubblico che per gli artisti i quali tutti vanno sfidati con nuova musica, e produzioni originali che diano spazio anche a musicisti ancora sconosciuti. Alla base di questa visione delle cose esiste un rispetto profondo verso il pubblico, chiamato non già a legittimare con il proprio passivo consenso l'ennesimo rito di massa con il divo del giorno ma a costruire insieme agli artisti un processo di intercomunicazione che, non basandosi su spiegazioni facili e consolatorie, renda possibile ogni volta "ascoltare il mistero dell'esperienza". L'artista sfidato da richieste ardue, da commissioni faticose, è spinto ad osare, ad inventare il nuovo ed a sperimentarlo con un pubblico disposto a farsi meravigliare. Tutto questo crea l'identità del festival: essa nasce quando si cerca con passione e competenza di "nutrire gli artisti" consentendo loro di realizzare i propri progetti e la ricerca di immagini sconosciute.
"Rumori Mediterranei" era perciò il luogo più adatto per ospitare Stefano Benni e gli otto personaggi di "Blues in Sedici". Il disco si apre con la voce di Stefano che racconta la storia di quest'opera, ispirata da un tragico evento realmente accaduto. Piano piano le parole cominciano a giocare con la musica, suoni e narrazione sono qui elementi diversi che concorrono alla costruzione di nuove immagini e a quella musicalità che caratterizza ogni incontro riuscito.

Paolo Damiani

Paolo Damiani e Stefano Benni
Paolo Damiani e Stefano Benni
(FAI CLICK SULL'IMMAGINE PER TORNARE ALLA PAGINA PRINCIPALE)


 Un particolare ringraziamento a: 
ACJ Associazione Culturale Jonica,
Lungotevere Tehon di Revel, 84 - 00196 Roma - Tel e fax 06 3222896
Marco Sauro, progetto grafico e realizzazione immagini,
Via Rubicone, 18 - 00198 Roma - Tel e fax 06 8546089
Roberto Masotti e Daniela Facchinato, foto
Registrazione live
a cura di
BH - Porto Garibaldi, Ferrara
Piero Schiavoni, mastering - COLTEMPO,
via Pietralata 166 - 00158 Roma - Tel. 06 4506594 Fax 06 4506597