Stefano Benni presenta... Non siamo stato noi - Pianeta proibito

[ Sito “Validato W3C” — Risoluzione 800×600 — Hosting: OVH.it — WebMaster: Fabio Poli — e-mail: info@stefanobenni.it ]

I N D I C E
gli extraterrestri
Tutta la verità sul caso Skappler
Caso Skappler: arrivano gli alpini
I mostri d’estate
Aiuto gli Ufo
Anche per oggi non si vola
La fatina dai celerini turchini
Pianeta proibito
tutto quanto fa spettacolo
La gente bene
A proposito di maiali
Delitto a San Siro
Piccole emozioni
Portoinsvizzera
Vacanze tranquille
questi benedetti giovani
Offerte di lavoro
Okay, okay
Se potessi avere cento punti al mese
Radio libera
Prima della riforma
Trovar casa a Bologna
Qualche appunto per un decennale
culturame
È morto Cimoni
Diario di un intellettuale
Una lezione di Berto
Finansa maledetta
Vademecum Di Bella
La maturità di Francesconi
sui massimi sistemi
Amnesy International
Il tempo, il tempo
Facciamo un altro disoccupato
Caro Enrico
Telegrammi
Frasi celebri
Sacrilegio nella santa stalla
alla guerra come alla guerra
Oh, quante belle teste
Oktoberfest
Il computer
Piove
Stato di primavera
forza italia
Forza azzurri
I misteri della fede
Ultime notizie dall’Italia
Era il migliore di tutti noi
Washington. Il presidente Carter ha affidato un messaggio registrato ad una nave spaziale degli Stati Uniti nella speranza che qualche pianeta abitato della Via Lattea lo intercetti e lo comprenda. Lo ha annunciato oggi la Casa Bianca. Il messaggio è stato registrato in impulsi elettronici che possono essere trasformati in parole stampate e messo a bordo della navicella spaziale Voyager.
Il testo del messaggio presidenziale è il seguente: «Questo è un regalo da un piccolo mondo lontano; un simbolo dei nostri suoni, della nostra scienza, delle nostre immagini, della nostra musica, dei nostri pensieri e dei nostri sentimenti. Noi stiamo tentando di sopravvivere al nostro tempo, così da poter vivere nel vostro. Ci auguriamo di poter un giorno, dopo aver risolto i problemi che dobbiamo affrontare, entrare a far parte di una comunità di civiltà galattiche. Questa registrazione rappresenta la nostra speranza, la nostra determinazione e la nostra buona volontà in un vasto e imponente universo».
Segue breve brano musicale, quindi stacco pubblicitario della Coca-Cola e «c’è una Ford nel tuo futuro». Al termine della pubblicità si ode un clic e dall’astronave escono cinquemila marines in assetto di guerra con napalm, defoglianti e bazooka che in breve tempo sterminano gli eventuali extraterrestri, procedendo allo sfruttamento industriale del pianeta. Chiude il tutto una diapositiva dei denti di Carter con il sottotitolo Aurora sul Polo.

Roma. Il presidente Leone ha affidato un messaggio registrato a una nave spaziale italiana nella speranza che qualche pianeta abitato della Via Lattea lo intercetti e lo comprenda. Il messaggio è scritto a pennarello. Dice:
«Questa è una preghiera da un piccolo mondo lontano e disgraziato. Con la presente le rinnovo la richiesta di un prestito in dollari o altra moneta galattica per alleviare le miserevoli condizioni del mio paese. In cambio garantisco assoluta stabilità di governo (allego curriculum ministro Colombo e foto fodera sua poltrona ormai distrutta dall’uso, nonché testo accordo programmatico), garantisco inoltre ordine pubblico, legge Reale, polizia efficiente, licenziamenti massicci, lavoro nero, opposizione criminalizzata. Si accettano anche offerte in natura. Al vostro cuore».
Segue stacco musicale con Vieneme n’zuonno, registrazione di odore di pizza, rumore di polizia che previene una manifestazione, alcune scene di Proibito alla televisione, cartone animato di Hanna e Barbera, breve discorso di Moro. Chiude il tutto diapositiva smagliante sorriso di Agnelli con sottotitolo Sciando a Saint Moritz e smagliante sorriso di Zangheri con sottotitolo Svicolando a Bologna.
La nave spaziale (un piccione grasso e robusto con due iniezioni di coramina) è partita ieri notte da Fiumicino.

Risposta Marziana
Intercettato messaggio Stop. Decifrato tutto meno parte in cui parla certo Moro (Computer? Animale marino? Quasar?) Stop. Disposti visita vostro pianeta Stop. Se ci assicurate che non c’è repressione Stop.

Risposta Terrestre
Vostra è affermazione dell’altro mondo Stop. Vi invitiamo sul nostro pianeta a Rimini Hotel Stela Maris prima colazione compresa dal 5 al 25 agosto per vedere se c’è repressione. Naturalmente esigiamo da voi rispetto nostre leggi, regolamenti polizia urbana, divieti manifestazioni, posti di blocco, normali controlli, colpi incidentalmente sfuggiti, esigenze turistiche, regolamenti carcerari, necessari provvedimenti, docenza, codice stradale, vetrine e Democrazia cristiana. Fiduciosi vostro arrivo Stop.